Una giornata nel nome di Sergio Segalini con tre concerti e una tavola rotonda

Una giornata nel nome di Sergio Segalini con tre concerti e una tavola rotonda

Tanti appuntamenti fra ricordi dei colleghi, omaggi di artisti e la partecipazione degli amici martinesi del Maestro

Sarà nel nome di Sergio Segalini, direttore artistico del Festival della Valle d’Itria dal 1994 al 2009, scomparso lo scorso giugno, la giornata di lunedì 30 luglio. Il primo appuntamento è alle 18 presso l’Auditorium della Fondazione Paolo Grassi di Martina Franca con la tavola rotonda Giornalismo 2.0 e new media all’opera, momento di confronto per indagare i cambiamenti dell’informazione e la cronaca operistica che sarà preceduto da un ricordo di Segalini a cura di Giancarlo Landini. All’incontro, coordinato da Angelo Foletto – critico musicale della Repubblica e presidente dell’Associazione nazionale critici musicali – partecipano: Fabio Cappelli, caporedattore cultura di Rainews24; Andrea Estero, direttore del mensile Classic Voice; Elvio Giudici, critico musicale di QN – Quotidiano Nazionale e autore di L’opera in CD e video; e Nicola Pedone consulente musicale, programmista e conduttore per Radio3.

Alle 19.30 il Chiostro di San Domenico ospiterà il concerto a ingresso gratuito (sino ad esaurimento posti) cui parteciperanno alcuni degli artisti che hanno lavorato con Segalini. Fra questi Patrizia Ciofi, Domenico Colaianni, Jano Tomar, Eufemia Tufano e Sara Allegretta. Accompagnati dal pianoforte di Ettore Papadia, interpreteranno brani tratti dalle opere di compositori come Meyerbeer, Bellini, Cherubini, Berlioz, Giordano e Paisiello, autori presenti nelle stagioni del Festival curate da Segalini.

Nella Basilica di San Martino alle ore 21 sarà eseguito il tradizionale Concerto per lo Spirito, quest’anno dedicato alla memoria dell’ex direttore artistico. Apre il programma la prima esecuzione assoluta di Tre pezzi sacri di Giampaolo Testoni, cui seguirà la prima esecuzione italiana della Messa (detta “di Milano”) di Gioachino Rossini. Sul podio il giovane direttore Ferdinando Sulla che sarà alla guida dell’Orchestra ICO della Magna Grecia e del Coro del Teatro Municipale di Piacenza. Solisti saranno il controtenore Raffaele Pe, i tenori Francesco Castoro e David Ferri Durà e il basso-baritono Peter Kellner.

A conclusione della giornata, alle ore 23.30 al Chiostro di San Domenico, il concerto dal titolo “Notturno” che vede protagonista il pianista e compositore Orazio Sciortino. In programma brani di Robert Schumann, Gioachino Rossini, Orazio Sciortino e Franz Liszt.