Jacopo Raffaele

Direttore d'orchestra

Jacopo Raffale, nato a Bari nel 1988, è un compositore, cantante e tastierista polistrumentista. Diplomato con il massimo dei voti in pianoforte e clavicembalo presso il conservatorio Niccolò Piccinni della sua città natale, si avvicina alla direzione d’orchestra con il Master “Maestro al cembalo” alla Haute École de Musique di Ginevra, conseguito nel 2015 nella classe di Leonardo García Alarcón. Nel 2013 fonda e dirige l’Orkestra_Petronius, con cui incide l’album Il bacio alla barese (per l’etichetta pugliese Digressione Music, 2014), dedicato ai madrigali del compositore rinascimentale barese Pomponio Nenna.Con Geneva Camerata (GECA), di cui è membro sin dalla fondazione nel 2013, si è esibito in Europa e Israele al clavicembalo, al pianoforte, all’organo, al fortepiano, alle tastiere e alla voce, in formazioni che vanno dal trio all’orchestra da camera, occasionalmente in qualità di solista e di arrangiatore, e condividendo il palco con solisti di fama internazionale quali Stefano Bollani, Avi Avital, SandrinePiau, Véronique Gens, Andreas Scholl, Jacky Terrasson. Dal 2016 è continuista della Cappella Mediterranea, gruppo diretto dallo stesso García Alarcón, che in molte occasioni lo nomina suo assistente o sostituto. Con Cappella ha partecipato ad alcune tournée in Europa e America Latina e a numerose produzioni operistiche presso importanti teatri europei quali l’Opéra Garnier di Parigi, il Grand Théâtre di Ginevra, l’Opera Nazionale di Amsterdam, il Festival d’Aix-en-Provence, l’Opera di Dijon. Ha collaborato inoltre con altri artisti e formazioni come Dolce Concento (Ravenna e Ferrara), Opera Fuoco (Parigi), Northern Sinfonietta (Mosca e San Pietroburgo), Orchestre de Chambre de Genève, Orchestra Giovanile Luigi Cherubini, il bassista e compositore Massimo Pinca e il soprano Francesca Aspromonte. È artista associato della compagnia teatrale parigina Nostos, con la quale sta attualmente lavorando alla composizione di un’opera basata sul Satyricon di Petronio, nonché di cori e musiche di scena per la pièce Nous sommesrestés, riscrittura trilingue di Paolo Bellomo de I Persiani di Eschilo.Attualmente vive a Cambridge (Regno Unito), dove frequenta un Master in Graphic Design e Tipografia presso la AngliaRuskinUniversity. Dal 2013 si è esibito come solista in quattro concerti benefici per AIRC Puglia intitolati La musica ama la ricerca. Dal 2015 al 2017 ha collaborato con la cantante Giovanna Carone e con il percussionista Giovanni Chiapparino per una serie di concerti dedicati al repertorio di Marlene Dietrich.Nell’estate 2018, per il Festival Paisiello di Taranto, presenterà il progetto elettroacustico BACH 3.0 – L’universo delle variazioni Goldberg, in duo con il trombettista jazz Vincenzo Deluci. Nella stessa stagione, il Festival della Valle d’Itria vedrà il suo debutto alla direzione di un’opera con Il trionfo dell’onore di Alessandro Scarlatti.

 

Profile details

Leave a Reply

Your email address will not be published.