Lisette Oropesa è la protagonista del Concerto di Belcanto del 2 agosto a Palazzo Ducale

Lisette Oropesa è la protagonista del Concerto di Belcanto del 2 agosto a Palazzo Ducale
Durante la serata sarà assegnato al direttore d’orchestra Richard Bonynge e Joan Sutherland (in memoriam)
il Premio del Belcano “Rodolfo Celletti”.
Sul podio dell’Orchestra del Teatro Petruzzelli salirà Corrado Rovaris
Il 31 luglio, in occasione dell’ultima replica della Creazione di Haydn sarò disponibile l’annullo filatelico dedicato alla 47edizione del Festival della Valle d’Itria
Palazzo Ducale, Martina Franca, 2 agosto, ore 21.00

Prosegue la programmazione del Festival della Valle d’Itria con uno dei concerti più iconici della manifestazione martinese, il Concerto di Belcanto, che quest’anno vede protagonista, il 2 agosto alle 21 a Palazzo Ducale, una delle star della lirica più apprezzate dal pubblico e contese dai teatri di tutto mondo, il soprano Lisette Oropesa. Nel corso della serata sarà anche consegnato il Premio di Belcanto “Rodolfo Celletti” a una bacchetta “mitica” della storia del teatro del Novecento come Richard Bonynge che, con la moglie, la celeberrima Joan Sutherland (alla quale il premio è assegnato in memoriam), ha costituito una delle coppie artistiche più amate, famose e seguite di sempre.

Lisette Oropesa, in questi giorni ospite della Masseria Torre Maizza, sarà accompagnata dall’Orchestra del Teatro Petruzzelli diretta da Corrado Rovaris ed eseguirà un programma che estende i confini del Belcanto sino al repertorio della Zarzuela, genere del teatro musicale spagnolo: una scelta che guarda alla storia del soprano, nata a New Orleans da genitori cubani, e alle sue origini latine. Così le arie di Rossini, Massenet, Donizetti e Bellini, che hanno decretato i successi del soprano americano nei teatri più prestigiosi del mondo – dall’Opéra di Parigi al Teatro Real di Madrid, dall’MET di New York al Teatro alla Scala di Milano –, si incontreranno con le musiche di compositori spagnoli come Gimenez, Barbieri e Chapí.

A Richard Bonynge sarà consegnata la tradizionale targa la cui immagine è stata realizzata dall’artista pugliese Nicola Andreace (Taranto 1934 – Massafra 2014). Commissionata dal Festival e quindi ceduta gratuitamente dal Maestro, la targa è una sintesi iconografica del Festival della Valle d’Itria – rappresentato dal fauno – in cui luoghi simbolo di Martina Franca, come Palazzo Ducale e la Basilica di San Martino, fanno da sfondo ai ritratti di Rodolfo Celletti e Luciano Pavarotti.

In occasione dell’ultima recita dell’oratorio La Creazione di Haydn, titolo “manifesto” del 47° Festival della Valle d’Itria, dalle ore 17.30 alle 20.30, sarà possibile timbrare con il bollo speciale le corrispondenze presentate al servizio temporaneo di Poste Italiane appositamente allestito in Piazza Roma (accesso regolamentato).